Sempre più persone faticano a prendere sonno la notte e dormire di filato fino al mattino.

L’insonnia è un disturbo diffuso ma, fortunatamente è curabile ed evitabile.

L’insonnia, semplificando, può essere dovuta a cattive abitudini che danneggiano la nostra capacità di prendere sonno. Per risolvere il problema e ricominciare a riposare la notte possono bastare degli accorgimenti e delle modifiche ai nostri comportamenti prima di andare a letto.

Nel manuale per ritrovare il giusto riposo, È facile dormire se sai come farlo. Impara a riposare per vivere meglio, troviamo elencati otto consigli per evitare l’insonnia indotta da comportamenti scorretti.

Come riporta anche Affari Italiani, ecco cosa dobbiamo imparare a fare:

  1. Dire no ai sonnellini pomeridiani. Un riposino dopo pranzo può aiutare a concludere la giornata senza sonnolenza molto più di tanti caffè. Ma se compromette poi il riposo notturno, va evitato o ridotto di durata.
  2. Essere costanti e abitudinari. Dobbiamo imparare a impostare il nostro orologio biologico cercando di andare a dormire e svegliarci la mattina dopo sempre agli stessi orari. La regola vale anche per la domenica, per evitare di iniziare il lunedì assonnati.
  3. La camera da letto deve essere pulita, buia, silenziosa e confortevole. Non solo lenzuola pulite, ma una pulizia generale della camera da letto, l’assenza di disordine e la rimozione di elementi di disturbo come luci che filtrano, ticchetti e altri rumori sono tutti elementi che facilitano il prendere sonno e rimanere addormentati.
  4. Importante anche eliminare la luce esterna. Con serrande e tende che impediscono di far entrare la luce di lampioni, fanali di auto e altro che possono compromettere il nostro sono.
  5. Preferire le cene leggere. Un pasto pesante prima di andare a letto può ritardare l’addormentamento, mentre il nostro corpo è impegnato a digerire.
  6. Bandire alcol, sigarette e caffè nelle ore precedenti il momento di andare a letto. Se, come abbiamo già scritto, un bicchiere di vino può aiutare a dormire, eccedere può rendere difficile prendere sonno.
  7. Tecniche di rilassamento e rituali possono aiutare a prendere sonno. Le tecniche di rilassamento aiutano a lasciarsi alle spalle lo stress quotidiano. Rituali come una tisana e la lettura di un libro aiutano a rilassare corpo e mente e segnalano al nostro organismo che è iniziata la fase di “spegnimento” che ci porterà al riposo notturno.
  8. No ai dispositivi elettronici. Tablet, computer, smartphone producono una luce particolare che attiva parti del cervello e rende difficile addormentarsi. Qualunque attività impegnativa per il cervello, che si realizzi guardando la televisione, un computer, un tablet, un e-reader o un telefonino, andrebbe interrotta almeno un’ora prima di andare a dormire

Seguite questi otto consigli e condivideteli con amici e parenti affetti da insonnia. Vedrete che il vostro sonno ne beneficerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *