apnea_scoring_criteria

Perché, nonostante tutti gli accorgimenti che prendiamo per assicurarci una buona notte di riposo, capita di svegliarci stanchi e assonnati?

Una delle cause può essere un problema di respirazione notturna.

Da una mancanza totale di respirazione prolungata per diversi secondi – un’apnea notturna – a una difficoltà nel prendere fiato a una scarsa ossigenazione, vi sono diversi disturbi respiratori – descritti ad esempio in questo articolo in lingua inglese-, dovuti a patologie o cause diverse, che hanno tutti un effetto comune: abbassare fino ad azzerare la qualità del sonno.

Un esame polisonnografico permette al medico competente di individuare il tipo di disturbo che determina la mancanza di sonno, determinare il tipo di patologia che lo causa e stabilire la cura più adatta per risolvere il problema.

Se voi (o chi vi dorme accanto) vi rendete conto di respirare male durante la notte o addirittura vi svegliate annaspando in cerca d’aria, prendete in considerazione una polisonnografia: la soluzione del problema potrebbe essere molto semplice.

Ricordate che potete porre tutte le vostre domande e curiosità sul sonno tramite la nostra pagina Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *