Don’t-Let-Sunday-Nights-Get-You-Down—or-Keep-You-Up

Il lunedì è il giorno istituzionalmente dedicato alle lamentele: la sveglia presto dopo il week end, il ritorno in ufficio o a scuola, una nuova settimana di impegni e incombenze. Il lunedì è ancora peggiore quando iniziamo a sentire i suoi effetti già dalla domenica notte: a tutti i fastidi del lunedì si aggiunge quello di arrivarci senza un adeguato riposo nell’ultima sera del fine settimana.

Fortunatamente, ci sono degli accorgimenti, come quelli riportati nel libro È facile dormire se sai come farlo, che ci possono aiutare a dormire un buon sonno ristoratore prima di affrontare una nuova settimana.

Anche la National Sleep Foundation ci viene in aiuto con quattro consigli, validi per adulti e bambini.

  1. Cercare di andare a letto alla stessa ora, sia nei giorni feriali che nel week end. Fare tardi è lecito, ma solo se si tratta di un giorno a settimana. Fare molto tardi in tutti i giorni del week end crea uno scompenso difficile da recuperare.
  2. Non dormire fino a tardi. Va bene ignorare il solito orario di sveglia per un paio d’ore al massimo, ma dormire fino a tardi il sabato e domenica mattina può rendere complicato addormentarsi la sera. Se siete andati a letto tardi e siete assonnati durante il giorno, un riposino dopo pranzo è quello che ci vuole.
  3. Divertitevi. La domenica sera non deve diventare il giorno in cui vi è proibito divertirvi prima della nuova settimana. Cercate di pianificare attività, da fare magari con amici o famiglia, che appaghino la vostra voglia di divertirvi, ma non vi facciano far tardi.
  4. Create le condizioni per un buon sonno. Fate esercizio fisico durante la giornata, smettete di bere caffè o fumare almeno 6 ore prima di andare a letto e bevete l’ultima bevanda alcolica al massimo 3 ore prima. Iniziate ad abbassare le luci al tramonto per aiutare il vostro ritmo circadiano a entrare in modalità sonno. Create il vostro rituale rilassante per la sera: un bagno caldo, una tazza di te, un buon libro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *