PRESUPPOSTI

Per lungo tempo si è identificata la cura del sonno e delle apnee notturne con il “wellness” o con la cura di un generico benessere dell’individuo.
E’ ancora troppo ampio il numero di pazienti e di responsabili della sanità che continuano ad attribuire scarsa importanza ai disturbi del sonno, in particolare all’OSAS (da Sindrome delle Apnee Ostruttive in Sonno); di conseguenza, resta ancora straordinariamente eccessivo il numero di pazienti non diagnosticati, con gravi ripercussioni sull’incidenza delle principali complicanze mediche come aritmie, infarto e ictus.
Da più di venti anni sappiamo invece, con sicurezza, che curare il sonno ed i suoi disturbi significa occuparsi di specifiche condizioni mediche, spesso alla base di patologie che si esprimono di giorno, di tipo metabolico, cardiologico, neurologico o respiratorio.


La “CAMERA DEL SONNO”, allestita nella Clinica Parioli, è un modello di struttura dedicata al dormire, complementare ad una normale stanza di degenza, ma destinata all’accertamento e alla terapia dei disturbi del sonno. E’ realizzata secondo protocolli che puntano a creare le migliori condizioni per accertare e curare queste patologie.

Gli ambienti sono ovviamente dotati di apparecchi per la diagnostica (la polisonnografia) e per il monitoraggio della ventiloterapia (la cosiddetta CPAP).

Anche le suppellettili sono adeguate a creare le migliori condizioni di diagnosi e cura possibili. Ma si cura anche la posizione dei letti, il colore delle pareti, l’importanza del “rumore bianco”.

Viene inoltre attribuita particolare attenzione ai materassi ed ai guanciali, ideati per attuare, nel rispetto della fisiologia, specifiche funzioni nelle situazioni di insonnia o in caso di sindrome delle apnee notturne.

Questo rilevante aspetto, è stato promosso con l’aiuto incondizionato della Magniflex – Via San Leonardo da Porto Maurizio 24/26/28 – 59100 Prato – www.magniflex.com, cui va il nostro ringraziamento, che ha donato alla Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del sonno i materiali più innovativi attualmente disponibili.