I disturbi del Sonno colpiscono fino al 20 % della popolazione; la carenza cronica di sonno e l’insonnia hanno importanti ricadute sulla salute delle persone ed effetti nel tempo di tipo neurologico e cardiovascolare, metabolico, psicologico, cognitivo, di sicurezza personale e generale, sociale e con serie implicazioni economiche.

La Sindrome delle apnee ostruttive in sonno, definita anche OSAS (da Obstructive Sleep Apnea Syndrome) e i disturbi del sonno da lavoro a turni, sono due frequenti patologie del sonno.

L’OSAS colpisce il 4 – 5 % della popolazione (circa 2.000.000 di italiani), ma solo il 5% di costoro ha avuto una diagnosi ed una cura.

L’incremento dei pazienti neo-diagnosticati è stato letteralmente impercettibile negli ultimi 20 anni e questo dato costituisce un elemento di grande preoccupazione dal punto di vista Sanitario e Sociale, purtroppo non ancora recepito nella sua complessità, né a livello Formativo (Università) né a livello di prevenzione o assistenza.

La Mission del Centro Multidisciplinare per la ricerca e la cura dei disturbi del sonnoè l’attuazione di un modello di attività clinica, basato su avanzate procedure di prevenzione, assistenza e cura e ispirato ai più moderni criteri della Multidisciplinarietà che la materia in esame richiede, che sia funzionale al miglioramento dell’attuale condizione della Medicina del Sonno in Italia.

Il tutto in accordo alle più importanti indicazioni (linee guida) Italiane ed internazionali.

Gli obiettivi più rilevanti, sono sintetizzati nel DECALOGO presentato dal Prof. Francesco Peverini, il 25 ottobre 2012, al Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di medicina del Sonno:

incremento del 2% annuo dei soggetti diagnosticati
istruzione pubblica e per le professioni a rischio della medicina del sonno
formazione in medicina del sonno per tutte le professioni sanitarie
contributo allo sviluppo tecnologico
coordinamento delle iniziative di ricerca epidemiologica
prevenzione primaria e secondaria dei disturbi del sonno
collaborazione alla stesura di percorsi diagnostici e linee guida
ottimizzazione dei percorsi di assistenza clinica
qualità ed omogeneità della diagnostica del sonno
tutela associativa dei soggetti a rischio